GIALLO ROSSI

10^.53 BRAVE VS VIRUS: 2-2

GIALLO ROSSI SIAMO NOIIII OOOOHOHO…

  1. No, non sono i colori “der core” , ma il cartellini gialli e rossi che i Brave hanno collezionato in queste prime 10^ giornate di campionato.  Ben 24 gialli** e 2 rossi **  che fanno 14 punti in meno nel calcolo delle medie. Circa 1,4 a partita.                                       LEGENDA : SCHIERATI** – NON SCHIERATI*                                            Così suddivisi:                                                                                                                      a) Difesa: 7 gialli** – 1 rosso*  / 3 gialli*                                                                      b) Centrocampo: 14 gialli**  – 1 rosso**  /  1 giallo*                                            c) Attacco:  3 gialli** – 1 rosso** / 1 giallo*
  2. In questa colorata graduatoria il “migliore” è PULGAR con ben 5 cartellini nell’album dei ricordi. Lassamo perde la fantamedia.
  3. Questa strana statistica per dire che questa 10^ di campionato è stata avvincente, l’avevamo in pugno con la doppietta di Belotti (s’è scetat’ o gall’ (?)) e con il gol dell’ex Boga; poi il crollo. La fatica e la solita serie di cartellini a dilapidare il bottino.
  4. E’ una specie di resa, di pre-analisi (la consiglio anche ai  miei calciatori) per queste ultime quattro gare. Il gruppo dei rivali allunga, la salvezza è più lontana, così come l’intuito del mister. Ma questa è un’altra storia.

10

Pronti via, gli avversari arrivano quasi a quota 78 per effetto dei due punti in casa, del doppiettone su rigore di Belotti e del gol del Grande Bogaaaa.  I Virus non si arrendono e vanno in gol prima con Barella e poi con Savic. La rimonta sarebbe piena se Petagna non sbagliasse il rigore all’ultimo secondo, ma almeno lo para il buon Musso, titolare anche lui. Ancora non pervenuto Ronaldo che aveva tutte le possibilità di regalarci la vittoria. In effetti in attacco abbiamo una certa moria delle vacche. Un plauso a Rrhamani ed Ekong, onesti difensori. Pareggio finale giusto, bella partita.

Kola..rovINA

 

9^.53 Kaiser vs Brave: 1-1

Sintesi.

Kolarov dal dischetto sbaglia. Dzeko non tira più i rigori. Veretout dal dischetto segna. Non è assist di Hernandez per Piantek ma autogol di Bastos, e bastos solo quello.

Ps. Finalmente De Paul. Punticino per arrivare alla salvezza.

9^

I campioni in carica passano la mano. La sconfitta interna segna l’arresto definitivo di ogni speranza di vittoria. Ilicic si fa espellere e prende un 4,5 come mario rui che torna alle sue giornate nefaste. Ronaldo non segna (in tre campionati non è mai stato capocannoniere), Petagna pure rimane a secco. Solo il centrocampo fa il suo con un punto sugli avversari che nei 5 minuti finali trasformano un impalpabile pareggio da 0-0 in una meritatissima vittoria. I Mind  in zona cesarini, infatti, segnano con Lasagna, Berardi e Balotelli.
Ora l’obiettivo è fare punti ovvero crediti x la prossima stagione che segnerà il rinnovamento.

CALUMET CITY 53.09

Calumet City – Skotos Hush 1 – 2 (69-76)
Lukaku R 2

Niente da fare, la vittoria non arriva, ma peggio ancora non arrivano neanche i gol. Tutti fuori forma, tranne Luis Alberto, sontuoso predicatore nel deserto degli scarpari … Mercato tutto sbagliato, o comunque fuori fase, come i miei giocatori, a cominciare da Pinamonti (4,5) punto di partenza del mercato estivo ha condizionato tutte le scelte, ma finora non ha ripagato minimamente la fiducia.

BHO…

8^53 SKOTOS vs BRAVE: 3-2

Falcidiata dagli infortuni, la società decide di intervenire sul mercato. Proviamo il giovane defender Cistana, messosi in evidenza in queste prime gare, e Mancosu, ad ora, uno dei centrocampisti più prolifici, relegando Lazovic ad ultima panchina.                                                   Si decide anche per la gara contro gli Skotos ad un cambio modulo perchè Kouamè se la vedrà contro la difesa della Juve.

Ebbene, in ordine— Lazovic segna il suo primo gol stagionale, e che gol (sarebbe stato titolare); Cistana sul tiro dell’avversario rischia l’autogol; Mancosu per la prima volta in stagione parte dalla panchina; Kouamè segna un gol a dir poco bizzarro.  Mercato si mercato no, mercato si mercato no, mercato no marcato SI…. ci siamo affossati con le nostre mani.  E se la scorsa settimana l’errore di non schierare improvvisamente Candreva non è stato determinante, stavolta gli acquisti ed il cambio modulo incidono negativamente.

Gara, combattuta, i gol si alternano vorticosamente. Alla fine la spuntano gli avversari per voti migliori dei nostri. Boga in gol, Zaniolo si ripete, Kolarov dal dischetto. Ma fallimento De Paul e            Belotti mandano tutto a puttane. L’attaccante finalmente si sblocca nella porta sbagliata, ma vuoi mettere?? Il fiuto del gol è sempre vivo!! I sintomi del risveglio sono evidenti, la sfiga pure.

Best player: Kolarov 7,5 (+3+1)

Worst player: De Paul 4,5 (-0,5) – Belotti 5 (-1)

 

CALUMET CITY 53.08

Mind The Gap – Calumet City 1 – 1 (67-69,5)
Acerbi 1, Freuler 1

Solita prestazione dscadente e senza sussulti, ma questa volta arriva un bel punticino e, con un pizzico di fortuna in più, poteva anche arrivare il bottino pieno. Nota di merito per Acerbi, che gol! Per il resto le solite poche cose, 2 punti a centrocampo con il ritrovato Luis Alberto. In attacco invece una desolazione. Quagliarella (ultimo capocannoniere della serie A) non fa neanche un tiro in porta, Piatek sembra vittima della 9 rossonera. Vott a fernì.

Ossigeno per favore

7^.53 BRAVE vs CALUMET:  5-1

Lo scontro salvezza va ai Brave, boccata di ossigeno. Prova convincente dei singoli, alcuni, non nella coralità. Finalmente Zaniolo, meglio tardi che mai. Finalmente Kouamè, (bella la sua mezza rovesciata) meglio tardi che mai. Ah.. già l’ho scritto?…va bhe vale per tutti. Centrocampo sotto la sufficienza, sovrastato dai Calumet.  Da dire solo che Candreva era titolare fino a pochi minuti prima del match, poi ictus dell’allenatore ed in campo ci va Lazovic. Male la scelta, non determinante, ma male comunque. La copertina è sua, lo merita. Bene invece Boga con l’assist e benissimo Hernandez, che pare sia il migliore acquisto in fase d’asta. Ancora all’asciutto Belotti. Nel mentre, perdiamo l’ennesima pedina, Lirola out per le prossime partite. Siamo sempre meno. Da questa rosa ci aspettavamo di più, nel senso che fossero di più ad arrivare alla meta. Speriamo in questo girone di ritorno, che ritornino pure alcuni infortunati e che non si ritorni in B.

Best player: Kouamè 7,5 ( +3+1)

Worst player: De Paul 5,0