…MANCA POCO…

…ma che gran fatica questo campionato! Appena l’allenatore molla le redini per impegni personali  la squadra si sfalda, ovviamente. Restiamo terzi in classifica, nonostante siamo la peggior difesa del torneo, (di chiara impronta Zemaniana) ma potremmo rischiare di arrivare secondi.  Addirittura.  Per stare ancora lassù significa che ad ogni match ne abbiamo dovuti fare almeno uno più degli avversari, per vincere o pareggiare. Impresa complicata.  Discorso a parte per la partita contro i Virus, ai quali i Brave rinnovano i complimenti per aver disputato un campionato bellissimo con un gran bel team, lì era impossibile;  quella partita con gli otto goals subiti incide di brutto.  Nell’ultimo match rosicchiamo un pareggio stentato, sembra che le forze stiamo mancando. Nel tabellino rispunta Dzeko, il solito Icardi e J.Pedro mette la zampata. Ci sono mancati i due goal di Jankto, ma la sua fase calante l’ha costretto in panchina, smentito subito. Gli avversari si difendono e ripartono veloci ed in due occasioni ci infilano con M.Savic e il redivivo Kalinic.

Comunque sia manca un solo incontro nel quale daremo come sempre il massimo, con un orecchio alle “radioline” per le notizie dagli altri campi.

49.13 Bad B. vs Brave: 3-3

CALUMET CITY 49.13

Calumet City – Lokomotiv Cesate 5 – 1 (87,5-70,5)
Skriniar 1, Bonaventura 1, Chiesa 1, Zapata D 1, Pellegrini 1

Vittoria bella e netta, vittoria del collettivo, i ragazzini cominciano a fare il loro dovere e gettano le basi per la prossima asta. Skriniar oltre le aspettative,  Bonaventura torna finalmente ai suoi livelli. Chiesa è una garanzia e da centrocampista un vero jolly. Ottimo il campionato di Zapatone. Per la serie meglio tardi che mai, buone anche le scelte del mister di lasciare fuori Berardi, Lapadula per continuare sul più equilibrato 352

LA TRAVERSATA NEL DESERTO

Adesso non siamo pià imbattuti nel girone di ritorno.
Dovesse finire oggi il campionato e salvo infortuni last minute saranno rilasciati:
Consigli, Bruno Peres, Pisacane, Cancelo, Adjapong, Joao Mario (termine contratto), De Rossi (termine contratto), Gagliardini, Nainggolan, Di Francesco, Under, Thereau (termine contratto), Defrel e Milik.
Saranno invece riconfermati probabilmente: Sorrentino, Emerson, Izzo, Biraghi, Strinic (o Juan Jesus), Barella, Pellegrini, Viviani, El Shaarawi, Mandzukic e Babacar.

13^

L’ultima parte del campionato l’abbiamo vissuta senza i gol di Immobile e Insigne, eppure raccontiamo di un’altra vittoria, esterna, che si concretizza secondo uno schema ormai vissuto più volte. Inizia tutto male con il gol di strootman, poi la lenta risalita.

Con i rubentini in panchina per antico regolamento interno, N’Koulou si prenda la scena e segna il primo gol. Segna anche Ilicic  che ci fa superare quota 72. Ma la scelta più indovinata è Veretout: da tempo stava scalando le ns gerarchie a discapito di Borja Valero e Lucas Leiva e così l’allenatore non ha avuto dubbi a schierarlo tra i cinque titolari di centrocampo. Veretout ringrazia e ripaga con un altro gol.  Verrà confermato per il prossimo campionato. Bene anche Parolo ed il solito Torreira che concorrono ad assicurare ben due punti a centrocampo.

La partita sembra segnata in senso positivo ma in realtà ci sono i posticipi del lunedì. Tutto fila liscio e vittoria assicurata.

Virus Vince!

p.s. il commento al campionato lo faremo quando sarà finito, per ora…”Ovazioneeee”

Vittoria lambita…

Ringhiamo agli avversari, mordendo le caviglie, ma ahimè siamo solo in tre. Handanovic-Icardi-Cristante. Sono soltanto loro che tirano fuori una prestazione d’eccellenza, mentre il resto della squadra tira  ma, i remi in barca,  proprio su questo sprint finale. I Calument sempre attenti contro di noi e stavolta con un centrocampo folto ed armonioso hanno la meglio e rosicchiano un punticino. La differenza per un’altra vittoria è solo di quel MEZZO VOTO che non c’è…!! 77,5. mancava tanto così…. e sicchè vittoria sfiorata palo lambito ed è pareggio.

Bellissima rivelazione Cristante, appunto, che si è preso le chiavi del centrocampo dei Brave, mentre non segna più Dzeko. Nulla da dire ,massima fiducia, e mancano ancora due importanti incontri per rivederlo nel tabellino marcatori.  Poche sufficienze, tra difesa e centrocampo, ed un gol di Pavoletti sprecato cosi…

La squadra sembra stanca, e le motivazioni potrebbero mancare vista la distanza dai Virus che si apprestano alla conquista del titolo. Ma non facciamo scherzi, è in ballo la qualificazione alla Champions, poi si vedrà chi ha meritato la conferma e chi no. “Bastardo chi molla”.

49.12 Brave vs Calumet: 2-2

 

 

 

CALUMET CITY 49.12

Braveboys – Calumet City 2 – 2 (77,5-75)
Cristrante 1, Icardi 2

Incredibile ed insperato pareggio sul campo dei Braveboys. Scelte azzeccate, si, lasciamo  il gol di Lapadula in panca, ma soprattutto il 5 di Berardi ed il centrocampo a 5 alla fine risulterà determinante. In difesa tutti almeno sufficienti, supergigio tra i pali. Nessuno segna, ma due assist e due 7 a centrocampo e tre 6,5 che aggiungono 3 punti al totale squadra, male l’attacco, ma tanto basta per scolorire un poco poco la nostra bestia nera. Un punticino che muove la classifica e ci tiene fuori dalla palude, ma la distanza dalla serie B non è ancora sufficiente per stare tranquilli.

LA TRAVERSATA NEL DESERTO

Pur se imbattuti nel girone di ritorno, solo una vittoria e quattro pareggi alla fine significano soli 6 punti.
Restiamo in piena zona retrocessione.
La sfortuna si accanisce su una rosa già infima: alla morte di Milik ed a quella di Di Francesco junior, nell’ultimo match contro Mind si ferma pure Strinic. Il rientro di Biraghi ed il turn over della Roma (Juan Jesus al posto di Manolas) non ci costringono in 10 anche stavolta. Ma sarà difficile trovare 3 difensori da schierare negli ultimi match.
La salvezza era complicatissima per errori del Kaiser. Così diventa impossibile.
Ma ci vendicheremo di tutto e tutti.

12^

Vittoria sudata dipesa dal reparto difensivo. Nella giornata in cui tutti steccano (immobile, insigne, mangiagolparolo, torreira, matri e, non da ultimo, il capitano) la difesa ci salva con due punti marcatura, buoni voti ed un gol…quello di benatia. Bene anche ilicic che con un assist ci porta quasi a 72 punti.

CALUMET CITY 49.11

Calumet City – Bad Brains 2 – 1 (75-69)
Chiesa 1, Zapata D 1, Dybala 1

Risicata, ma fondamentale vittoria interna che ci tira qualche punticino fuori dalla palude. Una buona prestazione in tutti i reparti, la scelta di lasciare a casa i milanisti paga, buono l’esordio di Rafael. A centrocampo si rivede Chiesa, un po’ in ombra Birsa. Zapata ci da grandi soddisfazioni, stendiamo un velo pietoso su Berardi.