CALUMET CITY 50.12

Virus GiampT – Calumet City 3 – 4 (83,5-87,5)
Luis Alberto 2, Bonaventura 1, Felipe Anderson 1, Zapata D 1, Albiol 1, Veretout 3 (1 R), Insigne 1

Incredibile e scoppiettante vittoria esterna. Una gara a pallonate a partire dal campo di Firenze, seguita dalla rimonta del Napoli, ma decisa dalla zampata finale di super scella Zapatone in pieno recupero. Plachiamo inutili entusiasmi, la classifica è talmente corta che le stelle sono appoggiate alle stalle.

La classe operaia va in paradiso

Braveboys – Kaiser 2-3
I due scontri diretti per non retrocedere sono stati superati dai Kaiser a pieni voti. Due sofferte vittorie e sei pesantissimi punti da mettere in cassaforte nel momento chiave del campionato.
E complice il pari tra Bad Brains e Mind questo significa salvezza raggiunta con due giornate di anticipo.
Partiti i festeggiamenti perchè l’obiettivo dichiarato ad inizio stagione era quello. E dopo le 4 sconfitte su 4 nelle prime 4 partite che seguivano la disastrosa retrocessione dello scorso campionato, nulla faceva presagire quello che poi è accaduto.
Le scelte e le scommesse si sono improvvisamente rivelate azzeccatissime; gli interventi di mercato hanno migliorato ulteriormente il livello specialmente a centrocampo (Rafinha ed Under in particolare); Milik, finalmente recuperato, ha iniziato come sperato subito a buttarla dentro.
Ma soprattutto ogni domenica è apparso un protagonista diverso (stavolta è stato il turno di Joao Cancelo e dei suddetti Milik ed Under). Il migliore marcatore dei Kaiser (anzi i migliori visto che sono ovviamente più di uno), infatti, è a quota 2 gol… E quindi alle 4 sconfitte sono seguite 6 vittorie e 2 pareggi. E la paura è passata.
Adesso abbiamo un’ottima base su cui costruire e, novità dell’ultima asta, un cospicuo gruzzolo da parte per investire su qualche pezzo da novanta.
Ed ora stiamo a vedere cosa succede nelle ultime due di campionato.

CALUMET CITY 50.11

Calumet City – Skotos Hush 1 – 1 (68,5-68)
Khedira 1

Ancora un pareggio, nessun gol all’attivo, ma, anche se contro la capolista, rimane l’amaro in bocca per il gol beffa che arriva dalla panchina. Nessun rammarico per le scelte del mister, Gigio non si poteva schierare. Siamo ancora in bilico, ultime tre tappe per dimostrare il nostro valore .

Partido a partido

Kaiser – Bad Brains 2-1
La salvezza sembra ormai un obiettivo raggiungibile per i Kaiser.
Dopo il match salvezza al cardiopalma vinto contro i Bad Brains, ci sono 5 punti adesso che ci dividono dal terz’ultimo posto.
Stavolta decisivo si dimostra Politano, finora sacrificato dalle scelte del Kaiser, ma ieri schierato con convinzione, complice scontro salvezza col Benevento.
Scelta azzeccatissima, come fondamentale l’avere schierato Consigli e non il titolare Viviano.
Non ci possiamo distrarre un secondo adesso. Basta un passo falso per finire nella bagarre.
Ora turno infrasettimanale.

CALUMET CITY 50.10

Bad Brains – Calumet City 2 – 2 (76,5-74,5)
Luis Alberto 1, Simeone 1, Diawara 1, Douglas Costa 1

Arriva un altro pareggio con gol, peccato. La squadra sta cominciando a girare, ma qui scansopoli non è mai arrivata. Purtroppo le scelte sbagliate, ma anche sfortunate del mister lasciano in panchina ben due gol che avrebbero potuto scrivere una storia diversa di questa partita. Simeone dopo tante critiche sta finalmente dimostrando il suo valore, in ripresa anche Luis Alberto e Felipe Anderson, sta tornando Ljajic, ma ce ne siamo accorti troppo tardi … così come ci siamo accorti solo il lunedì mattina che Diawara aveva segnato anche contro di noi … poco male!

10^

Vittoria in trasferta davvero importante contro una delle migliori squadre del campionato. La fortuna ci arride perché facciamo “solo” 73 punti ma per la prima volta in 10 giornate gli avversari vanno a secco. Immobile protagonista come il centrocampo che totalizza ben tre punti. Male la difesa ed Alisson.

Figliol prodigo

Skotos – Kaiser 2-2.
Abbiamo dovuto attenderlo due fantacampionati. Con una retrocessione ignominiosa lo scorso campionato.
Ma questo ragazzo, Arkadiusz Milik, esploderà, me lo sento.
Credo che troverà più spazio da qui a fine anno. Spero solo non si fermi più per infortuni seri.
Il suo gol ieri mi ha ridato speranza per il derby con il capolista Skotos.
Ed alla fine la speranza è stata premiata. Grandissimo pareggio in trasferta, nonostante il triplettone di Dybala, nonostante il gol perso, e che gol, di Politano (per insistere con El Shaarawy, ma si sa al cuore non si comanda) che da segni importanti di risveglio.
Ottimi anche i due interisti Cancelo (punto marcatura) e Rafinha (solo il palo gli nega il primo gol).
Infine primo contributo importante da parte di Acerbi, secondo panchinaro, che entra al posto di Calabria per realizzare un punto marcatura che si rivelerà decisivo così come decisivo si rivela l’assist di Cuadrado.
Adesso però il fantacalcio passa in secondo piano: domenica c’è Roma – Lazio. Io devo per forza buttare dentro tutti i giallorossi. Forza Roma

CALUMET CITY 50.09

Calumet City – Mind The Gap 3 – 3 (78-78)
Chiesa 1, Luis Alberto 1 (R.), Simeone 1, Bonucci 1, Perisic 1, Quagliarella 1 (R.)

L’equilibrio è alla base del Taiji … più equilibrio di così? Rimane sempre un po’ di amaro in bocca, con tre gol ed un solo punto, ma il fantacalcio è così. La squadra mostra segni di ripresa, Simeone comincia a segnare e Luis Alberto sta tornando sui suoi standard. La classifica è sempre molto corta, ma le ambizioni sono decisamente ridimensionate.