IL PUNTO DEL KAISER: LA PRIMA META’

Vittoria doveva essere e vittoria è stata.
Superato il momento fosco i Lokomotiv hanno innescato le marce alte ed hanno completato il filotto di vittorie (3 consecutive per la precisione) che serviva per raggiungere lo spareggio.
L’ultimo avversario era Brave che riincontreremo allo spareggio decisivo per il titolo in campo neutro.
Lette le dichiarazioni dell’avversario, il Kaiser prende atto, ma ovviamente non manca di fare notare che i propositi di Brave non avranno effetto sull’impegno.
L’unico risultato concepito è una vittoria. Il resto sono chiacchiere.
C’è fiducia, inutile negarlo, ancora di più visto che stavolta alla vittoria ci hanno trascinato non i soliti Belotti ed Higuain ma il tanto atteso Salah ed il sempre positivo Zappacosta (golasso per lui).
In generale bene gli altri, tranne ahimè il Gagliardo Gagliardini naufragato insieme all’Inter in quel di Firenze.
Ma adesso tutti con la testa al prossimo decisivo match.

Un commento su “IL PUNTO DEL KAISER: LA PRIMA META’”

  1. “Non ci servono i suoi favoritismi presidente del KAiser. Le dichiarazioni post-partita non alludevano e adducevano le sue illazioni. Il nostro impegno sarà altrettanto forte e deciso fino alla fine. Ricordandole che non ha vinto Lei il match…ma perso noi per un rigore sbagliato. Se poi l’esito sarà a suo favore…bhe… i nostri complimenti… le decisioni future saranno ponderate a freddo. Se poi auspica il nostro abbandono…. troveremo il modo di accontentarla…ma non ne sia così sicuro…”
    Queste le dichiarazioni rilasciate a SKY stamane dal presidente dei Braveboys. Polemica per appiccare il fuoco in vista del prossimo spareggio scudetto.

Lascia un commento