All’alba di una nuova stagione…

….si serrano le fila, si discute dei moduli, non si fanno proclami, ma supposizioni, ma quel che conta è il campo.                                                           Il silenzio stampa durato molti mesi è servito per dare concentrazione alla squadra, che ha chiuso il campionato scorso con un inaspettato,  3° posto. Dietro a due formazioni molto più attrezzate di noi sotto il profilo tecnico. Siamo soddisfatti e carichi e non vediamo l’ora di ricominciare.

L’asta di questo 53° campionato ci vedeva con un budget mediamente alto, ma sia noi che gli altri presidenti avevano di fronte la potenza economica degli Skotos. Questi ultimi hanno adottato una politica di risparmio nello scorso campionato, raggiungendo la salvezza di misura, per essere oltremodo competitivi quest’anno. E’ quello che facciamo da un pò di anni, ma non sempre ci siamo riusciti. Guardando i soli tre tenori del loro attacco, per noi tutti non sembra esserci speranza. Eppure…sarà sempre il campo!

Noi non potevamo puntare sui CAMPIONISSIMI ma su scelte oculate e di GUSTO CALCISTICO da soddisfare. Ebbene la società,  lo staff ed i tifosi devono ritenersi soddisfatti. Il presidente Gianluigi Romano con l’allenatore Nando Romano hanno tirato su una bella rosa dal giardino ma con un addio sofferto tra i pali. Ad Handanovic che per anni ha militato nelle nostre fila, fino ad esserne il capitano, una sicurezza, il nostro in bocca al lupo; al suo posto Gigi Donnarumma speramm’…a Madunnin’. In difesa confermati Kolarov e Lirola tra i titolari, al centro, tra loro ci sara Mimmo Criscito cercato e voluto, Alfredo ne sape coccos‘!!Puntiamo su Hernandez e Pellegrini come solidi rincalzi. Il centrocampo arricchisce lo spessore tecnico con l’armeno Mkhitaryan (bell’acquisto per noi e pa’ Roma) e l’arcigno Pulgar. Il giovane gioiellino Hernani, l’esperienza di Candreva con il rinnovo al ribasso di Cristante le alternative. Zaniolo è talentuoso ma acerbo, sarà sotto osservazione, nulla è scontato.   In attacco al duo Belotti- Kouamè (mo è ‘o mument’) affianchiamo Alexis Sanchez.   Noi ci siamo.                                                                            Voce al prato verde…