Tutti gli articoli di Massimo Scarano

Presidente di Lega

CALUMET CITY 50.04

Skotos Hush – Calumet City 1 – 1 (70-66,5)
Palacio 1, Callejon 1

Un altro pareggio per 1-1 questa volta ancora più importante perché ottenuto contro la capolista. Mezzo punto, solo mezzo punto per rimanere a bocca asciutta. Determinante la scelta di Palacio in campo e capitano, le vecchie bandiere non tradiscono mai. Stentatamente sufficiente tutto il resto della rosa. Una delusione finora Simeone, troppo altalenante Zapata.

CALUMET CITY 50.03

Calumet City – Bad Brains 1 – 1 (67-66,5)
Chiesa 1

Pareggio risicato, ma sfiorata la vittoria befferda. Squadra ai minimi storici di rendimento e se tutti gli attaccanti prendono 5 … Nota lieta il risveglio viola ed il ritorno al gol di Chiesa, ma serve molto molto di più.

CALUMET CITY 50.02

Mind The Gap – Calumet City 1 – 2 (69-74,5)
Bonaventura 1 , Zapata D 1 , Palacio 1 , Higuain 1

Squadra corsara sul campo dei Mind, questa volta servono tre gol per raggiungere la quota necessaria. I voti non sono un granché, in difesa Pezzella è in crisi nera un po’ come tutta la fiorentina. Per fortuna Bonaventura sta tornando e Zapatone è sempre carico. Prendiamo, senza volerlo, anche il gol del pupillo Palacio (ultima panchina) contro il Napoli, alla fine risulterà determinante.

CALUMET CITY 50.01

Calumet City – Waka Team 1 – 1 (67,5-70,5)
Luis Alberto 1, Mertens 1

Pareggio rubacchiato grazie al solito Luis Alberto. Troppe insufficienze e partita stortissima per la compagine Fiorentina. Si attendono rendimenti migliori e magari i gol che sono mancati l’anno scorso, ma la squadra è sostanzialmente la stessa, speriamo solo un po’ più matura.

CALUMET CITY 49.14

Mind The Gap – Calumet City 2 – 2 (74,5-76)
Bonaventura 2, Luis Alberto 1 , Quagliarella 2

Concludiamo con un pareggio esterno un  girone di ritorno dove siamo riusciti per lunghi tratti ad esprimere le nostre qualità. Finalmente si rivede anche Bonaventura, mentre Luis Alberto rimane il nostro miglio acquisto (VOLUTO) della stagione. Bene anche Skriniar e Pezzella ultima panchina. Deficitario l’attacco col mistero Ljajic. Ora avanti con la coppa.

CALUMET CITY 49.13

Calumet City – Lokomotiv Cesate 5 – 1 (87,5-70,5)
Skriniar 1, Bonaventura 1, Chiesa 1, Zapata D 1, Pellegrini 1

Vittoria bella e netta, vittoria del collettivo, i ragazzini cominciano a fare il loro dovere e gettano le basi per la prossima asta. Skriniar oltre le aspettative,  Bonaventura torna finalmente ai suoi livelli. Chiesa è una garanzia e da centrocampista un vero jolly. Ottimo il campionato di Zapatone. Per la serie meglio tardi che mai, buone anche le scelte del mister di lasciare fuori Berardi, Lapadula per continuare sul più equilibrato 352

CALUMET CITY 49.12

Braveboys – Calumet City 2 – 2 (77,5-75)
Cristrante 1, Icardi 2

Incredibile ed insperato pareggio sul campo dei Braveboys. Scelte azzeccate, si, lasciamo  il gol di Lapadula in panca, ma soprattutto il 5 di Berardi ed il centrocampo a 5 alla fine risulterà determinante. In difesa tutti almeno sufficienti, supergigio tra i pali. Nessuno segna, ma due assist e due 7 a centrocampo e tre 6,5 che aggiungono 3 punti al totale squadra, male l’attacco, ma tanto basta per scolorire un poco poco la nostra bestia nera. Un punticino che muove la classifica e ci tiene fuori dalla palude, ma la distanza dalla serie B non è ancora sufficiente per stare tranquilli.

CALUMET CITY 49.11

Calumet City – Bad Brains 2 – 1 (75-69)
Chiesa 1, Zapata D 1, Dybala 1

Risicata, ma fondamentale vittoria interna che ci tira qualche punticino fuori dalla palude. Una buona prestazione in tutti i reparti, la scelta di lasciare a casa i milanisti paga, buono l’esordio di Rafael. A centrocampo si rivede Chiesa, un po’ in ombra Birsa. Zapata ci da grandi soddisfazioni, stendiamo un velo pietoso su Berardi.

CALUMET CITY 49.10

Virus GiampT – Calumet City 2 – 1 (70,5-66,5)
Immobile 1 (Rig.) N/V

Due settimane di attesa per calcolare questa beffarda sconfitta. Mezzo voto, solo mezzo voto, ma così è … Nessun gol all’attivo, pochi rammarichi di formazione, forse immeritato il 5 a Luis Alberto determinante anche per il punto capitano, ma sono troppe le ammonizioni e troppo pochi i gol, difficile vincere con questi numeri.