CALUMET CITY 50.02

Mind The Gap – Calumet City 1 – 2 (69-74,5)
Bonaventura 1 , Zapata D 1 , Palacio 1 , Higuain 1

Squadra corsara sul campo dei Mind, questa volta servono tre gol per raggiungere la quota necessaria. I voti non sono un granché, in difesa Pezzella è in crisi nera un po’ come tutta la fiorentina. Per fortuna Bonaventura sta tornando e Zapatone è sempre carico. Prendiamo, senza volerlo, anche il gol del pupillo Palacio (ultima panchina) contro il Napoli, alla fine risulterà determinante.

Chi va piano non va sano e non va nemmeno lontano

Waka – Kaiser 5-0
Allora, dentro Consigli e fuori Viviano.
Pronti via: Consigli del Sassuolo prende tre gol dall’Atalanta, tutti per colpa sua, tra i quali quello di bomber Masiello che quando vede i colori della squadra con cui ha esordito nel fantacalcio si trasforma in un killer. Ci sarebbe pure quello di Freuler che però l’avversario non schiera.
C’è tempo per rifarsi. Ecco, assist di Di Francesco, vuoi vedere che…
Poi però segna Marusic. Quindi doppio Mertens (secondo gol alla Insigne). Ci sarebbe pure quello di Cutrone che però l’avversario non schiera.
Non resta che sperare nel miracolo della Roma.
E invece il miracolo lo fa Viviano parando il rigore di Florenzi.
La tradizione di Viviano si conferma. Contro la Roma si trasforma in Superman.
E la luce si spegne definitivamente.
Due partite, due sconfitte, 8 gol subiti.
Sarà dura salvarsi anche stavolta.

CALUMET CITY 50.01

Calumet City – Waka Team 1 – 1 (67,5-70,5)
Luis Alberto 1, Mertens 1

Pareggio rubacchiato grazie al solito Luis Alberto. Troppe insufficienze e partita stortissima per la compagine Fiorentina. Si attendono rendimenti migliori e magari i gol che sono mancati l’anno scorso, ma la squadra è sostanzialmente la stessa, speriamo solo un po’ più matura.

Al ribasso

La schiumosa scia della coppa Italia si appiccica ancora addosso. Partita insulsa, squadra al ribasso, nessun marcatore e voti insufficienti anche per giustificare la presenza in campo. Ma molto probabilmente sono le voci di mercato a tenere banco. Per ora non è…ma se dovesse essere…  schiumeremo rabbia!!

 

1^

Buona la Prima. La partita nasce sotto cattivi auspici….veretout squalificato, ilicic ultimo in panchina per ovvi motivi, gol REGOLARISSIMO annullato al capitano e dopo 30 minuti infortunio ad Immobile. Nel frattempo il Kaiser si fa avanti…segnano Barella e Berardi. La squadra però tiene botta e riparte. Grande esordio di Allison e bene tutta la difesa con Albiol, Chiellini e Benatia. A centrocampo oltre al capitano c’è parolo che sigla un assist, Torreira che tiene ferma la barra sul 7 e Kessie che fa un doppiettone e ci fa volare ben oltre i 78 punti (Saranno 82 alla fine). Ma il kaiser non molla, segna il faraone. In avanti sufficienti insigne e immobile, kalinic dice la sua e sigla un assist. Due punti centrocampo e partita vinta grazie a due fattori: gli ottimi voti di tutta la squadra e la prestazione dei tre nuovi innesti Allison, Kessie e Kalinic che risultano determinanti per piegare un indomito kaiser (o Panzer).

Ricostruzione del Kaiser

Dopo la meritatissima retrocessione dello scorso campionato (ultimo posto in campionato e bis pure nella coppetta), inizia la ricostruzione.
Non c’era molto sul mercato, la scelta del Kaiser è stata quindi quella di puntare il giusto sul tentativo di prendere uno degli unici due big a disposizione: Belotti e Dybala. Ma era chiaro in mente l’obiettivo di non svenarsi.
Preso atto quindi che c’era chi voleva con più convinzione i due, è scattato il piano alternativo: gruzzolo in cascina. Servirà a valutare acquisti da qui a fine mercato di gennaio e se non arriverà nessun clamoroso big, avremo qualche fondo in più nella prossima sessione.
Intanto poche modifiche alla formazione retrocessa nello scorso campionato.
In porta via Sorrentino, che si esalta sempre e solo contro la Roma, in cambio di Viviano, che ahimè ha un difetto simile. Vedremo, ma non ci aspettiamo nulla di rilevante. Non ci sarà un titolare fisso. Turnover con Consigli.
Per la difesa l’obiettivo era avere giocatori che giocano spesso titolari. Quindi a Biraghi, Izzo e Cancelo (da qualche settimana schierato con continuità, si aggiungono i vari Acerbi, Romagnoli, Ferrari e Hateboer. Unica concessione al cuore quella di Emerson, su cui però incombe il mercato. Vedremo. Ma qui l’obiettivo di avere i tre da schierare è centrato.
A centrocampo sono arrivati Strootman e Cuadrado come rincalzi. Via Under e Joao Mario. Via anche De Rossi. Si punta tutto sulla ripresa del Ninja e sull’esplosione di Pellegrini. Se va bene, dobbia goduria. Se va male doppia delusione.
Infine l’attacco. Qui rilanciamo la scommessa Milik, ormai prossimo al rientro, a cui però l’ingaggio è stato ridotto di due terzi. Per il resto dentro Politano, Antenucci e Berardi (antica scoperta reduce da fallimenti a ripetizione). Per nessuno di loro sono state spese cifre rilevanti. Se qualcuno tra questi esplode sarà un buon colpo.
Obiettivo salvarsi all’ultimo minuto. Poi si vedrà.

L’avevamo detto…

…che qualcuno aveva terminato il suo ciclo qui nei Brave, alla luce dell’appagamento post campionato, e la disastrosa coppa Italia.

Si è conclusa molto tardi questa 50^open-session di mercato.

Il presidente dei Brave aveva dato mandato al suo DS, di far cambiare aria ad alcuni illustri professionisti e tentare alcuni colpi, sapendo che le risorse a disposizione non erano altissime, confrontandole anche con altre società. Per cui un occhio  al bilancio ed uno al mercato, tentando l’occasione. Ma questo per garantire la riconferma di una rosa che comunque è arrivata 2^ in quest’ultimo campionato e  rispettare l’oneroso contratto di Mauro Icardi.                  Ebbene saltano all’occhio il ritorno di una nostra scoperta come Diego Perotti , che dopo un giro di società torna a respirare aria di casa (con la casacca giallorossa); la casella viene liberata da Suso (altra nostra scoperta) ma che in quest’anno forse aveva perso stimoli. Per cui, grazie ed in bocca al lupo! Raggiunge gli Skotos. Un grazie va anche a Joao Pedro, sempre con noi nel calcio che conta, ma che aveva manifestato segni di  insofferenza. Grazie anche a te. Anche lui finito agli Skotos. Via anche Petagna…mmm…. anche lui agli Skotos. Nota dolente, Il dispiacere per la mancata riconferma del nostro amico (vaglielo a dì ora…a tutti e due) Faouzi Ghoulam; Lì abbiamo fatto il possibile ma non potevamo rilanciare oltre per non restare corti. Ci spiace veramente tanto, ma è un arrivederci, è una promessa! (A tutti e due) Lui invece finisce agli…..ah…anche lui agli Skotos, Ma…proprio lista della spesa!? Abbiamo una squadra B che milita nello stesso campionato..si profila un conflitto di interessi.

Altri innesti di rilievo in rosa, Conti in difesa, Taarabt cercato da tempo, ed il grintoso Lapadula.

In bocca al lupo a tutti… e… squadra da battere….Skotos…of course..!

 

mercato

In vista della apertura del mercato si accettano offerte per:
Difensori: Danilo, chiellini, Bastos, moretti, vicari
Centrocampisti: Borja Valero, Veloso, Leiva Mandragora
Attaccanti: Falcinelli, Matri Verdi
I dettagli sui costi e anni di contratto li trovate sul sito