La traversata del deserto

Se lanci una locomotiva sui binari viaggi tranquillo e sicuro verso la tua destinazione. Così è stato negli ultimi anni per i Lokomotiv guidati da un attacco senza rivali.
Poi però questa estate ha portato via Salah, per scelta il Kaiser ha rinunciato ad Higuain e fin qui era tutto calcolato. L’imprevisto, causato da un clamoroso errore tattico nella conduzione dell’asta da parte del Kaiser, gli Skotos hanno scippato Belotti aprendo quella che si appresta a diventare una dura guerra tra le due società.
Il Kaiser infatti già aveva faticato ad assorbire il ratto di Berisha (strapagato a 18 sempre da Skotos), ma Berisha è Berisha, Belotti invece era ormai una bandiera. E niente prima o poi lo riprenderemo.
Sono quindi mancati i binari ed in questo campionato la locomotiva dovrà avanzare nella sabbia.
Le prime 4 giornate non hanno fatto che confermare quella che si temeva. Sarà un’annata con poche soddisfazioni.
Tre sconfitte ed una sola vittoria per i Lokomotiv. La zona retrocessione sarà difficilmente evitabile.
Ma non faremo mancare qualche sgambetto, come Nando ha appena avuto modo di sperimentare.

Viviani once again

L’avevamo detto che sarebbe stata insidiosa la partita, e sempre complicata con l’altra mezza Roma. Esultiamo ai due gol dell’avversario con El Sharaawy…ma….

Ma lo vedete in copertina? E’ lui! Tale Viviani. Calciatore scuola Roma, girovago, in forza alla Spal e pedina strategica, amuleto portafortuna dei Lokomotiv. Dedicammo al su citato un intero articolo, pensando potesse bastare la botta di culo che fù. Invece questo ragazzotto dalla faccia di C..alciatore ormai finito, soffre di manie di protagonismo. Ma sopratutto, a quanto pare, ha un conto in sospeso con Noi. Cosa mai gli avremmo fatto??Ambiva a vestire la nostra maglia?? Ebbene per la seconda volta da 4° (quarto) panchinaro….entra, segna, e regala il match ai Lokomotiv.   Impossibile aggiungere altro. Continua così ragazzo! ‘tacci tua! Detto ciò la squadra non si è espressa al massimo, centrocampo in affanno. Suso avulso, faremo delle scelte difficili. Politano assente, Petagna uguale a noi entra Iago(5,5) e la sconfitta casalinga è servita. Onnipresente Dzeko e  a coronamento di ottime prestazioni Faouzi Ghoulam.                                                                                                                             Assist, ennesimo, e bellissimo gol del nostro amico, neo papà.

Auguri..!!    (Qui in posa con il presidente dei Brave-Gianluigi R.-)

4^.49 Brave vs Lokomotiv: 2-3

CALUMET CITY 49.03

Calumet City – Virus GiampT 1 – 2 (70,5-75,5)
Marcatori: Ljajic 1, Ilicic 1, Matri 1 (Rig.)

Niente da fare! Seconda sconfitta interna, meritata. Prestazione non all’altezza del centrocampo, ma soprattutto erroraccio Caldara in panchina. Sarà un campionato duro, vedremo tra qualche giornata da che lato della classifica  siamo.

I Brave e i tre ululati

“La forza del lupo è nel branco, è quella del branco nel lupo.”                            (cit. da  Il libro della giungla)                                                                                             Per i Brave è così, squadra, staff, società e sopratutto i tifosi.       Sicché aneliamo la terza vittoria consecutiva di questo inizio campionato. Ma appunto, è solo l’inizio, e la strada è lunga.           Gioco semplice, manovra fluida che passa tra i piedi ora di J.Pedro ora di Florenzi, o Gonalons (bella prova la sua), ora di Calhanoglu (bella scoperta) senza dimenticare gli altri.  Difesa solida e propositiva con Ghoulam e il nuovo Rodriguez (ieri in gol).  In avanti Icardi e Dzeko non le mandano di certo a dire. Sono, per adesso, in ritardo di condizione Suso e Pavoletti, li aspettiamo.                     Mentre Petagna come immaginavamo ha cominciato, gol ed assist ieri, pretende più spazio. Insomma per ora tutto ok, ma voliamo bassi.

Gli avversarsi di oggi (assenti sugli spalti perché vietata loro la trasferta) non vedevano l’ora di rimetterci lo sgambetto, e tutto sommato con punto capitano, e centrocampo, più il gol di Mertens, a porta vuota, il loro lo fanno. Ma non basta. Perdono!!

3^.49 Brave vs Waka: 3-2

 

3^

Seconda partita corsara. Senza Immobile (non schierabile per regolamento interno) l’attacco perde potenzialità. Così cambiamo modulo, si passa ad un 3-5-2 (col centrocampo orfano anche di Parolo e Leiva x gli stessi motivi) con Matri in campo.
L’attaccante prima disfa e poi fa, ma tutto sommato supera la prova. a centrocampo il capitano da seguito alla bella prova di domenica scorsa e mette a segno un bell’assist condito da un palo. Il giocatore decisivo è però Ilicic, spesso inseguito a lungo skifato ed oggi finalmente protagonista. Con un gol due assist ed un 8 in pagella ci conduce alla vittoria contro un Calumet che non appare nella sua giornata migliore.

1^ e 2^

Due partite 6 gol….tre punti.

Giochiamo due volte roma verona ed affrontiamo i due romanisti del gruppo, non proprio un turno fortunato.

Ma la squadra tiene botta e si assicura la vittoria contro i lokomotiv.

Si parte in salita con i brave…roma verona fa male col doppiettone di dzeko e l’assist di florenzi.  I brave hanno una sorta di dream team e volano oltre gli 84 punti. I virus non mollano lottano ma si arrendono di misura.

Dopo due giornate il duo insigne immobile è gia protagonista. Falcinelli sembra non trovare la misura, mentre hamsik ci farà  godere…come sempre.

 

CALUMET CITY 49.01 49.02

Calumet City – Skotos Hush 0 – 1 (64,5-67)
Marcatori: Callejon 1
Waka Team – Calumet City 3 – 4 (78,5-84,5)
Marcatori: Skriniar 1, Pezzella Ger 1, Chiesa 1, Zapata D 1, Mertens 3 (2r.)

Primo lunghissimo doppio turno che si chiude con una sconfitta interna ed una vittoria esterna, zero gol fatti la prima, ben 4 la seconda. Difficile fare delle considerazioni, squadra giovane e figlia di un’asta contorta, ma i calciatori ci sono, il gruppo dei giovani sembra interessante, vediamo come si evolve.

1-2…quasi 3

Ti giri e ti rigiri, passa notte  e s’è fatto già mattino.                               Parti dalla prima giornata, che comincia ma non finisce, sei già alla seconda terminata ora, e concludi la prima nel frattempo, e la terza che comincia domani. Un tourbillon di formazioni, notizie, gol singolo, goals che valgono doppio, e calcoli per me, te, e per i suoi. Intanto vinciamo le prime due gare, ma che sofferenza. Mind e a seguire Virus che non scherzano affatto e ne avranno da ben dire in questo campionato che personalmente vedo piuttosto equilibrato. Medesimo risultato per entrambe le gare 4-3, ottimizzando quella in trasferta. Il che presuppone che se non giochiamo ad alti livelli sempre, sarà dura.  A segno nei due match Jankto, JPedro, Icardi, Dzeko, assist-man Ghoulam, Florenzi, Gaspar, D’Ambrosio.  E dalla panchina (ma restano incompiuti) i gol di Iago, Petagna e Politano, insomma siamo partiti bene secondo le aspettative ma è stat’ na surat’. Per contro IMMOBILIARDREAM ne fa due, più Insigne uno, ma spettacolare. Mind ci castiga con Perisic e Quagliarella, se non fosse stato per la premiata ditta FLO&DZE e della regola tanto discussa, chissà cosa raccontavamo ai nostri tifosi oggi. Va bhe avanti n’artro..ah….Waka.

Speramm’ sulo ca chillu femmenell’ e Mertens nu se mett’ a chiagner’ nata vota e s’arrobb’ o pallon’ a mano a Jorginho e Hamsik perchè addà fà vedè comm’ è brav’!! 

1.49 Brave vs Mind: 4/3

2.49 Virus vs Brave: 3/4

Let’s start once again

Si chiude l’asta di questo 49° campionato con tutti gli obbiettivi centrati, o quasi. Solo tre i nomi che ci sono sfuggiti, ma poco male se alla fine il direttore sportivo dei Brave, con l’avvallo del presidente, rinnovano i contratti di pilastri come Suso 51 (ottimo), ma sopratutto…. Dzeko 61. Addirittura ridotto l’ingaggio. Sbalorditivo! Capocannoniere della serie A, forse non ripeterà lo stesso campionato(??), ma che dirvi   :” Grazie…continuate così”.  Avremmo speso ovviamente di più, ma questo ci ha permesso di riportare a casa Maurito Icardi, che comunque non è tra i più pagati. Inaspettatamente, dopo un solo anno alla corte dei Calumet, torna a vestire la maglia dei campioni in carica, con rinnovata voglia DE GANAR.  Insomma attacco promettente se si aggiunge che contratualiziamo anche Pavoletti, fortemente voluto, formando un trio niente male.  Petagna segnerà prima o poi e non smetterà più, Iago è il beniamino dei tifosi, Politano scuola Roma; questi gli altri.

Suso, Jankto giovane promessa, Florenzi e J.Pedro i titolari del centrocampo. Panchina con Calhanoglu (vedremo se sarà panchina) Vecino, Gonalons e Gerson. Potevamo fare di meglio.

In difesa confermato il blocco dello scudetto, all’addio Rudiger, arrivano ben quattro esterni Rodriguez R. , fantasmino Gaspar, il sempre verde D’Ambrosio e la scommessa Karsdorp.

Siamo soddisfatti!!

Signori si comincia, e spero che ci si diverta senza astio e con rinnavota voglia. In bocca al lupo a tutti.

A proposito….abbiat’ a gufà…mi porta assai bene!!