Guilty!

Il colpevole per la prima sconfitta dei Guerin è presto individuato. Domenico Berardi non solo gioca, come tutti i suoi compagni del Sassuolo, una gara ridicola, ma con il suo sconsiderato gesto (nota bene a pochi passi dall’arbitro) dimostra di essere immaturo e pure tutt’ strunz!
Come già precisato per gesti come questo si è consumato il divorzio con un idolo come Daniele De Rossi.
Il Kaiser non avrà nessuna remora a lasciare libero il giovane talento a fine campionato se, al termine della squalifica, dovesse ripetere gesti simili.
Speriamo adesso che questa esperienza gli possa essere utile per maturare.
Per il resto non tiriamo somme dopo solo una giornata. Diamo tempo a tutti di rendere per quanto possono e poi ne riparliamo.

K

Prime indicazioni

Cominciamo con una sconfitta di misura che non e’ di buon auspicio.

Pero’ la partita ha dato diverse indicazioni positive. Ottimo il battesimo del neo acquisto gentilettiimageChe esordisce con un bel 7 pieno. Bene anche Llorente e klose ( a cui manca solo il gol), mentre zaza rimane sommerso dai gol dell’Inter. A centrocampo segnali di risveglio dal capitano, mentre marchisio tira la carretta candidandosi ad uomo gol del reparto per questa stagione. In attesa del ritorno di Pirlo, iliic e cascione non fanno la differenza. In difesa bene anche ranocchia mentre glik rappresenta l’unica nota stonata della domenica con un bel 5 condito da ammonizione. Probabile panchina per lui per il prossimo match. In difesa scalpita de Maio, roccioso difensore in evidenza nella prima giornata. Ora attendiamo l’esplosione di morata, mentre per muriel ci sarà da attendere ancora vista la prossima partita del Napoli……cazzo ho detto napoli….

Ora avanti con fiducia….e forza napoli….e’ nei momenti difficili che si vedono i veri tifosi!!!!

…lo metto sempre dentro…il pallone….

Quattro uomini ed un “tanga”.

Tutti e quattro argentini, nati per far goals. Quattro destini diversi intrecciati tra loro per passione, tenacia, ambizione, forza. I primi due, i più pagati che si scambiano la camiseta proprio quet’anno. (caluskotos). Il terzo che indossa quella lasciata da quell’altro prendendone il posto.Ma di quell’altro ha preso anche la moglie e condiviso anche tanto altro. Cose da incrocio tra razze. Da cico de puta….Ma… i primi due disorientati steccano la prima. Uno sbagliando un rigore. L’altro senza mai apparire. Lui invece ne fa tre, tutti d’un colpo. Se anche altrove ne piazza tre cosi, con un “tanga”davanti a se…eh bè…allora è lui ad aver ragione. Il quarto ha sofferto…ma da ieri, sa anche far soffrire. Cosa si fa per un pallone, cosa non si fa per un “TANGA”….da portare a casa. Storie argentine.

La vecchia Guardia

Skotos Hush 1 Guerin 0
Esordio casalingo per i campioni e subito Derby, vinto a fatica per 1 a 0.
In campo sono scese le seconde linee, visti i forfait di ben 6 titolari su 11, ciò nonostante gli avversari non mi sono sembrati in grande forma.
Bene cosi queste partite vinte con il minimo sindacale sono le più importanti, vincere con una goleada sempre 3 punti ci avrebbe portato, aspettiamo i nostri fuoriclasse sperando che l’attesa non sia infinita.
Intanto il dutonio collaudato solo Jack e Padron Toni, fa subito capire che la fame di vittoria è ancora tanta.
Errata la scelta del portiere, Perin contro la Fiorentina ha subito sparato un bel 7 immacolato.
Male malissimo il duo napoletano Mertens incappa in una di quelle giornate dove non è carico, Albiol….ehm, meno male che domenica rientra Vidic.

Una sconfitta incoraggiante

Perdere 6-2 in casa alla prima di campionato non è certo un bell’inizio, ma senza entrare nel merito di come il mio avversario abbia fatto 6 gol (onore a lui) vediamo perché ne ho fatti solo 2.

Punto primo il portiere, se la regola non me lo toglie ho già il portiere del futuro, un gatto ed una volpe contemporaneamente, peccato però che sia rimasto in panchina contro il Napoli al fine di doppiamente intossicarmi la domenica (fanta)calcistica. Diego lopez invece si faceva ridicolamente infilare 4 volte con papera ed infortunio simultanei, futuristico …

Il centrocampo dà spettacolo, a parte lo stonato esordio di Brienza,  Honda, Candreva  e Vazquez promettono bene, Pereyra e Kone devono ritagliarsi il loro spazio.

higuainL’attacco in parte delude, El Shaarawy di nuovo infortunato ed il Pipita sbaglia il rigore che cambia le sorti della domenica.

Okaka, fortemente voluto, dimostra tutta la sua potenza, mentre Keita deve ancora dimostrare il suo vero valore.

Nonno Cassano comunque tornerà utile durante il campionato, insomma ho fatto una valanga di gol, aggiungi anche Lucarelli prima panchina eppure ho perso 6-2, tutto sommato la considero una sconfitta incoraggiante.

43^ asta

Si è svolta oggi 6 settembre 2014  la 43° asta, anche questa volta, come consuetudine per l’asta estiva, con collegamento via skype, oramai consolitato ed affidabile strumento tecnologico.

Buono l’esordio di Lucio, da rivedere il nome della squadra.
Fluida e senza intoppi l’asta, filata via in poco più di due ore e mezza.

Re dell’asta Higuain con lingaggio record di 170 crediti acquistato da Calumet City.

torresScambio di centravanti fra le prime due dello scorso campionato.

Segue a ruota Torres con un ingaggio a tre cifre ed il suo compagno di reparto in Skotos, Palacio.

Tra gli altri si evidenzia il significativo ingaggio di 70 crediti a Vidal, acquistato da Guerin,  a conferma del valore del calciatore.
Inaspettato il 40 di Parolo terminato nelle fila di Waka.

Signori anche questa è fatta! Ora si gioca!

Milan Calling

Una rivoluzione totale da parte degli Skotos, c’era da scegliere confermare Higuain…oppure puntare a rivincere il titolo. Abbiamo scelto il 4 titolo.

Spazio quindi ad un nuovo attacco col duo Torres, Palacio ci aspettiamo gragnuole di gol e la ciliegina sulla torta la conferma di Luca Toni. Alle loro spalle scalpitano Ibarbo con la cura Zeman sarà micidiale e il giovane Macklemore Bernardeschi che con Rossi sotto i ferri, si  propone come colpaccio dell’asta.

Difesa reparto che abbiamo sempre lasciato in secondo piano, quest’anno invece grandi colpi anche li Vidic, Lichtsteiner, Pasqual, assist e gol assicurati.

In porta Perin ad affiancare Padelli, la Nazionale futura.

Centrocampo ad affiancare il collaudato duo meraviglia Mertens, Bonaventura, ci piazziamo il sosia di Mertens, Lestienne  e Marin.

Che dire siamo il Real Madrid del fantacalcio.