Guerin Campioni!

Celebriamo insieme la squadra campione del 58° fantacampionato.

Signori i Guerin (in ordine di fantamedia):

Hamed Junior Traore: 8 presenze, 5 gol, 1 assist, 1 ammonizione, media voto 6,67. Acquistato in corso d’opera ha avuto un impatto decisivo sulla vittoria del campionato. Alla fine è lui ad avere avuto la fantamedia migliore di tutta la rosa.

Domenico Berardi: 6 presenze, 4 gol, 6 assist, 4 ammonizioni, media voto 6,73. Schierato in maniera chirurgica, quando è stato in campo è sempre stato decisivo. Spero non lasci il Sassuolo perchè è solo in questa realtà che rende al meglio.

Rafael “Lello” Leao: 14 presenze, 5 gol, 1 assit, 2 ammonizioni, media voto 6,39. In alcuni momenti sembra Mbappè. Quando ha la testa nella partita è il migliore giocatore della Serie A. Se il Milan vincerà lo scudetto, lo dovrà a lui.

Edin Dzeko: 11 presenze, 5 gol, 2 assist, media voto 6,21. Passano gli anni ma lui è sempre lì. Regista d’attacco, bomber quando serve. In una parola leader!

Olivier Giroud: 6 presenze, 1 gol, 2 assist, 2 ammonizioni, media voto 6,11. Ci sarebbero anche 3 gol persi, ma la sostanza è che segna lui uno dei gol decisivi del fantacampionato nel match contro Freddi TIM.

Denzel Dumfries: 11 presenze, 1 gol, 2 assist, 1 ammonizione, media voto 6,33. Degno erede dei vari Hakimi, Gosens, Cancelo fino ad arrivare a Maicon. Sulle fasce i Guerin hanno sempre avuto i migliori. Anche lui a segno nel match decisivo con Freddi.

Gianluca Scamacca: 4 presenze, 2 gol, 4 ammonizioni, media voto 5,88. Anche per lui ci sarebbero 3 gol lasciati marcire in panca. Alterna prestazioni devastanti a partite in cui sembra poco interessato. E’ giovane. Ha un fisico da paura, tecnicamente bravo. Il futuro dovrebbe essere suo.

Thomas Henry: 1 presenza, 1 ammonizione, 1 espulsione, media voto 6. Di gol persi per lui ce ne sono stati addirittura 4. La concorrenza era spietata. Ma sapevamo di potere schierarlo in emergenza. Non ce n’è stato bisogno.

Lorenzo Pellegrini: 10 presenze, 2 gol, 2 ammonizioni, media voto 6,05. Menomato da noie fisiche, non rende come ci si aspetterebbe dal centrocampista piu’ costoso di tutti. Però resta lui la bandiera del Kaiser.

Juan Cuadrado: 11 presenze, 3 assist, 3 ammonizioni, media voto 6,41. Anche se non segna è un altro degno interprete del ruolo di guastatore di fascia (vedi sopra al capitolo Dumfries).

Alvaro Odriozola: 1 presenza, 1 assist, media voto 6,12. Come per Henry, vista la concorrenza non ha influito. Ma ha partecipato da protagonista al match decisivo con Freddi.

Denis Zakaria: 6 presenze, 1 gol, 1 assist, 1 ammonizione, media voto 5,87. Nemmeno il tempo di esordire con gol ed è subito KO. Rientra e fatica un po’ a mettersi in forma. Gli daremo fiducia perchè la merita.

Wilfried Singo: 12 presenze, 1 gol, 2 assist, 3 ammonizioni, media voto 6,04. Con Cuadrado e Dumfries era il terzo pilastro della linea arretrata. Anche lui guastatore di fascia. Per i mezzi che ha può fare e farà di piu’.

Nicolò Zaniolo: 9 presenze, 1 gol, 1 assit, 2 ammonizioni, 1 espulsione, media voto 6,06. Lui deve vincere il pallone d’oro. Ma per adesso deve capire ancora come meglio sfruttare le sue doti. Deve imparare a convivere con gli arbitri, perchè col gioco che fa sarà sempre oggetto delle attenzioni delle difese avversarie.

Josè Luis Palomino: 2 presenze, 4 ammonizioni, media voto 6,17. Anche 1 gol perso per questo difensore acquistato come tappabuchi. Ruolo che ricopre egregiamente.

Ruslan Malinovskyi: 8 presenze, 1 gol, 2 assist, 3 ammonizioni, media voto 5,83. Momento per lui psicologicamente difficilissimo. Siamo con lui.

Aaron Hickey: 3 presenze, 1 gol, 1 assist, 2 ammonizioni, media voto 5,85. Anche lui a segno nel match decisivo. E’ giovane ed ha un ottimo futuro.

Roberto Soriano: 6 presenze, 2 assist, 1 ammonizione, media voto 5,89. Da lui ci si aspetta qualche gol. Invece non riesce a segnare piu’. Da valutare.

Pietro Terracciano: 10 presenze, 9 gol subiti, 1 rigore parato, media voto 6,08. E’ stato lui il portiere piu’ impiegato. Si e’ sempre comportato molto bene. Anche se non e’ un big, rapporto prezzo-qualità ottimo.

Marco Silvestri: 2 presenze, 3 gol subiti, 1 rigore parato, media voto 6,27. Quando doveva farsi trovare pronto lo ha fatto. Ottimo per il ruolo di dodicesimo.

Citazione ai comprimari:

Matteo PessinaMatteo Darmian, Roger Ibanez, Nicolas Dominguez, Alexis Saelemaekers, Federico Bernardeschi, Piotr Dragowski, Daniele Padelli, Leo Spinazzola

Kaiser