CAMPIONATO

Guerin Campioni!

Celebriamo insieme la squadra campione del 58° fantacampionato.

Signori i Guerin (in ordine di fantamedia):

Hamed Junior Traore: 8 presenze, 5 gol, 1 assist, 1 ammonizione, media voto 6,67. Acquistato in corso d’opera ha avuto un impatto decisivo sulla vittoria del campionato. Alla fine è lui ad avere avuto la fantamedia migliore di tutta la rosa.

Domenico Berardi: 6 presenze, 4 gol, 6 assist, 4 ammonizioni, media voto 6,73. Schierato in maniera chirurgica, quando è stato in campo è sempre stato decisivo. Spero non lasci il Sassuolo perchè è solo in questa realtà che rende al meglio.

Rafael “Lello” Leao: 14 presenze, 5 gol, 1 assit, 2 ammonizioni, media voto 6,39. In alcuni momenti sembra Mbappè. Quando ha la testa nella partita è il migliore giocatore della Serie A. Se il Milan vincerà lo scudetto, lo dovrà a lui.

Edin Dzeko: 11 presenze, 5 gol, 2 assist, media voto 6,21. Passano gli anni ma lui è sempre lì. Regista d’attacco, bomber quando serve. In una parola leader!

Olivier Giroud: 6 presenze, 1 gol, 2 assist, 2 ammonizioni, media voto 6,11. Ci sarebbero anche 3 gol persi, ma la sostanza è che segna lui uno dei gol decisivi del fantacampionato nel match contro Freddi TIM.

Denzel Dumfries: 11 presenze, 1 gol, 2 assist, 1 ammonizione, media voto 6,33. Degno erede dei vari Hakimi, Gosens, Cancelo fino ad arrivare a Maicon. Sulle fasce i Guerin hanno sempre avuto i migliori. Anche lui a segno nel match decisivo con Freddi.

Gianluca Scamacca: 4 presenze, 2 gol, 4 ammonizioni, media voto 5,88. Anche per lui ci sarebbero 3 gol lasciati marcire in panca. Alterna prestazioni devastanti a partite in cui sembra poco interessato. E’ giovane. Ha un fisico da paura, tecnicamente bravo. Il futuro dovrebbe essere suo.

Thomas Henry: 1 presenza, 1 ammonizione, 1 espulsione, media voto 6. Di gol persi per lui ce ne sono stati addirittura 4. La concorrenza era spietata. Ma sapevamo di potere schierarlo in emergenza. Non ce n’è stato bisogno.

Lorenzo Pellegrini: 10 presenze, 2 gol, 2 ammonizioni, media voto 6,05. Menomato da noie fisiche, non rende come ci si aspetterebbe dal centrocampista piu’ costoso di tutti. Però resta lui la bandiera del Kaiser.

Juan Cuadrado: 11 presenze, 3 assist, 3 ammonizioni, media voto 6,41. Anche se non segna è un altro degno interprete del ruolo di guastatore di fascia (vedi sopra al capitolo Dumfries).

Alvaro Odriozola: 1 presenza, 1 assist, media voto 6,12. Come per Henry, vista la concorrenza non ha influito. Ma ha partecipato da protagonista al match decisivo con Freddi.

Denis Zakaria: 6 presenze, 1 gol, 1 assist, 1 ammonizione, media voto 5,87. Nemmeno il tempo di esordire con gol ed è subito KO. Rientra e fatica un po’ a mettersi in forma. Gli daremo fiducia perchè la merita.

Wilfried Singo: 12 presenze, 1 gol, 2 assist, 3 ammonizioni, media voto 6,04. Con Cuadrado e Dumfries era il terzo pilastro della linea arretrata. Anche lui guastatore di fascia. Per i mezzi che ha può fare e farà di piu’.

Nicolò Zaniolo: 9 presenze, 1 gol, 1 assit, 2 ammonizioni, 1 espulsione, media voto 6,06. Lui deve vincere il pallone d’oro. Ma per adesso deve capire ancora come meglio sfruttare le sue doti. Deve imparare a convivere con gli arbitri, perchè col gioco che fa sarà sempre oggetto delle attenzioni delle difese avversarie.

Josè Luis Palomino: 2 presenze, 4 ammonizioni, media voto 6,17. Anche 1 gol perso per questo difensore acquistato come tappabuchi. Ruolo che ricopre egregiamente.

Ruslan Malinovskyi: 8 presenze, 1 gol, 2 assist, 3 ammonizioni, media voto 5,83. Momento per lui psicologicamente difficilissimo. Siamo con lui.

Aaron Hickey: 3 presenze, 1 gol, 1 assist, 2 ammonizioni, media voto 5,85. Anche lui a segno nel match decisivo. E’ giovane ed ha un ottimo futuro.

Roberto Soriano: 6 presenze, 2 assist, 1 ammonizione, media voto 5,89. Da lui ci si aspetta qualche gol. Invece non riesce a segnare piu’. Da valutare.

Pietro Terracciano: 10 presenze, 9 gol subiti, 1 rigore parato, media voto 6,08. E’ stato lui il portiere piu’ impiegato. Si e’ sempre comportato molto bene. Anche se non e’ un big, rapporto prezzo-qualità ottimo.

Marco Silvestri: 2 presenze, 3 gol subiti, 1 rigore parato, media voto 6,27. Quando doveva farsi trovare pronto lo ha fatto. Ottimo per il ruolo di dodicesimo.

Citazione ai comprimari:

Matteo PessinaMatteo Darmian, Roger Ibanez, Nicolas Dominguez, Alexis Saelemaekers, Federico Bernardeschi, Piotr Dragowski, Daniele Padelli, Leo Spinazzola

Kaiser

1^

Scelte sbagliate.

In primis merito ai Mind che fanno tre gol inaspettati (2biraghi e uno di caprari) e vincono di larga misura.

Detto questo molte scelte ed errori nostri portano alla sconfitta.

Consigli (-4) al posto di Strakosha (0 gol subiti) è la prima scelta errata. Poi lazzari (in gol) che volevamo schierare al posto di de ligt ma non l’abbiamo fatto. Aggiungo il gol annullato a messias e il rigore sbagliato da hernandez a completare un quadro (tralasciamo il gol di gyasi che non avremmo mai messo in campo) che non poteva che portare ad una sconfitta. Attendiamo la seconda

L’Advocat

Giampiero

11° SCUDETTO

Che vittoria ragazzi!!!
Campionato incredibilmente equilibrato, dove il fattore C questa volta è stato ancora più determinante del solito. Partite vinte e perse per mezzi punti, così come l’emozionante spareggio scudetto contro Guerin, deciso dal 5,5 di Mayoral, che aveva 6 agli exit pool della sera.
Una finale giocata in 9 uomini (così come l’ultima di campionato), tutti quelli disponibili, tra cui 1 solo centrocampista Bonaventura, ma il vecchietto ha dimostrato attaccamento alla maglia offrendo la sua migliore prestazione stagionale proprio nel momento del bisogno.

Ovviamente grande merito va al nostro pupillo Vlahovic, grande intuizione del presidente e nuovamente capocannoniere del campionato.
Purtroppo sul finale di stagione troppi infortuni e giocatori fuori forma, ma tutti meritano un ringraziamento per il loro contributo a questa vittoria, onore ai Guerin Club.

Massimo

Cannonieri all time

Calciatori tot.
Totti 163
Di Natale 130
Gilardino 123
Del Piero 118
Immobile 118
Batistuta 112
Ibrahimovic 112
Toni 103
Chiesa E. 99
Montella 93

Kaiser

6^

Paliatone senza se e senza ma. I gol dell’avversario arrivano da ogni ruolo. Punteggio tennistico alla fine.

Giampiero

4^ e 5^

4^ Virus / Calumet 1-2.

Partita in equilibrio decisa da Insigne e da un punticino che ci separa dal 72. Sempre 0 punti sono, ma siamo ancora in emergenza attaccanti con Ibra che latita.

5^ Virus / Lolly 3-2

Partita scoppiettante, gli avversari sono in forma ma non raggiungono quota 77, sempre per un punticino. Nei Virus finalmente torna in cattedra Mkhitaryan, man of the match. La copertina però è dedicata a Lozanino mio…gol e tanta goduria per il Presidente. Benissimo la difesa, bruttino l’esordio di Messias. Ilicic dorme ancora mentre Boga sembra in ripresa. Dopo la sosta giocheremo con il favore di DioIbra e vedremo se tornare al 3-4-3 o rimanere sul 3-5-2 che pure tanti punti ci sta regalando.

L’AdVocaT

 

Giampiero

Virus GiampT – Calumet City 1 – 2

Virus GiampT – Calumet City 1 – 2 (71-74,5)
Insigne (1 Rig), Vlahovic (1 Rig)

Vittoria importantissima, tre punti pesanti. Due rigori, due gol e poco altro. Prestazione più che sufficiente, fioccano i 6,5, si riprendono nel derby anche i laziali, bene Bonaventura, un po’ sottotono Pereyra, c’è Barak che scalpita per avere spazio. Attendiamo il rientro di Belotti in attacco per dare un po’ di peso al reparto.

Massimo

Calumet City – Braveboys 2 – 1

Calumet City – Braveboys 2 – 1 (76-70)
Ruiz 1, Perisic 1

Tanto tuonò che piovve, arriva finalmente anche la prima vittoria, forse non nella nostra giornata migliore.
L’attacco è ancora spuntato, ma Insigne continua a sfornare assist senza sosta. Molto bene Fabian Ruiz, questa volta il tiro entra nell’angolino. Bene anche Ospina, in pratica ci sorreggono i napoletani. Male, sempre peggio i laziali, Vlahovic ancora a secco.

Massimo

3^

Real Santos vs Virus 2-5 (74,5-86) Gosens, Diaz, De Ligt, T.Hernandez, Chiesa.

Per vincere  occorreva superare i due gol segnati dai padroni di casa. Missione compiuta.

La difesa brilla, con Mahele finalmente in panchina, De Ligt segna e sale nelle gerarchie. Conferma per Di Lorenzo ed exploit (il vero primo expolit da quando l’abbiamo preso) di Theo Hernandez. Grande grandissimo…un’aquila rapace nella metà campo avversaria….alla fine il suo score sarà: voto 7,5; assist; Gol e un punto difesa! La perseveranza del Presidente che l’ha tenuto nonostante il costo del cartellino pare premiata.

Il centrocampo non è da meno…schierato ancora una volta a 5 contrasta benissimo quello a 6 degli avversari. Barella fa assist, Brozovic fa il suo e Chiesa va in Gol. Mkytaryan (6), invece, ancora non accende la miccia così come Torreira (6)

In avanti Ilicic gioca troppo poco per andare oltre il 6 ma Lozanino Mio è tornato. Doppio assist e 7. In gol anche la promessa Gyasi, che si mette in evidenza dalla panchina. Male ancora Boga.

Il prossimo turno sarà ancora di sofferenza perchè stiamo giocando senza DioIbra. Con il suo recupero, con l’energia di Lozano e con il sicuro migliore apporto di Mkytaryan speriamo di volare alto.

Nel frattempo la manita ai leoni fuori casa, è una bella soddisfazione

L’AdVocaT

Giampiero

2^

Vista l’assenza di Ibra e la probabile panchina di Lozano, viriamo non solo su 3-5-2 ma mettiamo il messicano in panca a beneficio di Boga ed Ilicic. Tuttavia, mentre lo sloveno fai il suo, Boga conferma di essere in un periodo di forma…fumoso, mentre Lozano va inutilmente in gol. Poco male, il centrocampo a 5 aveva già retto alla grande e nonostante i pochissimi minuti dati a Chiesa e Mkytaryan (i due veri assi della squadra in quel ruolo), assicura punti (3) e gol (1) oltre ad un assist. La vittoria finale è netta per 3-1. Agli avversari non basta Pellegrini. Dopo la prima sconfitta eravamo dubbiosi ma questa prima vittoria senza Ibra, Mkyt e Chiesa ci ha ridato fiducia.

Note negative Boga e Mahele che pare essere un altro giocatore. Bene benissimo Barella a cui dedichiamo la copertina

L’AdVocaT

Giampiero

Mind The Gap – Calumet City 4 – 3

Mind The Gap – Calumet City 4 – 3 (82,5-78,5)
Skriniar 1, Bonaventura 1, Koulibaly 1, Osimhen 1, Zapata D. 1

Ancora mezzo punto, ma questa volta per una sconfitta. Non si può certo dire che la sorte ci arrida in questi primi due turni di campionato. Male i laziali, bene i napoletani che però sfornano assist per gli avversari di giornata. Super Skriniar, bene Jack e Uallarella Ruiz. Vlahovic stecca, bene le riserve, forse arriva il momento di un cambio di gerarchie.

Massimo

Calumet City – Lolly Poppe 2 – 2

Partita equilibrata, decisa per mezzo punto. Il dualismo Castrovilli Bonaventura costa già punti in classifica.  Male i laziali bene, Vlahovic che di fatto tiene in piedi la squadra da solo.

Massimo

1^

Rodaggio? Non si sa…alti e bassi alla prima di campionato. La prestazione  di Mahele è inquietante mentre il centrocampo esplosivo rimane a secco. Bene DioIbra, hernandez e barella. In attacco pochi minuti per ilicic e lozano…siamo un po’ contati in questo reparto.

Guardiamo avanti ma con una grande gioia nel cuore…grazie kk

Giampiero

OVER 2.5

L’entusiasmo rinasce ogni volta anche dopo un’annata finita male. Anzi abbiamo proposto iniziative alla lega, dal nostro punto di vista molto interessanti, d’attualità, ma non ci è stato dato ascolto. Non demordiamo, e ci concentriamo solo sul nostro cammino in campionato. Come al solito parlerà il campo e vedremo se gli investimenti sono saranno quelli giusti.

Dopo gli adii sofferti di Gigio Donnarumma (protagonista assoluto anche agli europei) e R. De Paul la piazza meritava dei rimpiazzi all’altezza. Arrivano Maignan e Calhanoglu, il suo è un ritorno. Soddisfazione.

Difesa pressoché invariata, riscattato Faraoni, contratto al ribasso per Karsdorp a turno affiancati da Smalling-Nastasic o Bastoni. Occhio a Zortea.

Nella mediana troveranno spazio tutti partita dopo partita.

In attacco c’era un turbillon di attaccanti, avevamo dei chiari obbiettivi, J Pedro (altro ritorno) era uno di questi, l altro ovviamente Abraham, ma 170cr sono veramente troppi per un solo giocatore. Gonzales N. sarà la scommessa, ne farà più del nerone??

Ai “post” l’ardua sentenza.

#20voltebrave

 

57° - 20 volte Brave

57^

Asta piacevole e veloce con tante conferme e qualche scommessa, vediamo in dettaglio.

In porta confermato Reina con Consigli a fare da secondo. 

Il terzino di spinta è  il marchio della difesa di questa stagione con Hernandez Di Lorenzo e Mahele titolari. De Ligt, Djimsiti, Nuytink e L.Felipe danno solidità assoluta al reparto. Ebuehi il babyjolly.

A centrocampo Barella, Chiesa ed il confermato Mkhitaryan saranno i titolari fissi. Messias e Brozovic si contenderanno il 4^ posto in attesa che emerga la scommessa Ihattaren ….e anche M.Lopez, sottovalutato da molti all’asta. 

Ibra guida l’attacco insieme al Chucky Lozano…Boga e Ilicic che si contederanno il terzo posto nel 3.4.3. Gyasi e Forte chiudono il reparto.

Ecco ibpossibili titolari:

Reina

T.Hernandez 

Mahele 

Di Lorenzo

Barella 

Messias

Chiesa

Mkhitaryan 

Ibrahimovic 

Boga

Lozano

 

Giampiero

BREKALO

Nessuno lo conosce, ma lui vincerà il pallone d’oro.

Questo è certo!

Kaiser