CAMPIONATO

CALUMET CITY 54.04

Braveboys – Calumet City 1 – 4 (71-83)
Luis Alberto 1 , Zapata D 3 , Boga 1 , Ilicic 1

Termina con una netta vittoria esterna questo interminabile turno. Difficile commentare in questa situazione, ma Zapata è tornato e Luis Alberto sta mostrando a tutti perché viene chiamato il maestro.
Mediamente sufficienti le prestazioni di tutti, la squadra è in ripresa, ma l’attacco, ad esclusione di Duvan, langue, male Cutrone, pallido Politano e troppo acerbo Vlahovic.
Ora lunga pausa forzata e vediamo che succede.

MASSIMO

The Last at least

Ultimo commento forse? Ultima partita? Campionato sospeso?

Chissà.

In questo lunghissimo e travagliato turno rifiliamo 5 pallette al Kaiser grazie ai gol di J.Pedro (2), DioIbra, Di Lorenzo e….del nuovo arrivato Mkithryan, grande acquisto strappato ai romanisti con un bliz  di mercato favoloso. Gli avversari hanno le ceneri bagnate in avanti e un ottimo centrocampo non basta a colmare il gap in campo tra le due squadre.

Ora aspettiamo domani, quando sospenderanno tutto.

Giampiero

Calumet/Virus

Partita giocata bene, diciamo un pò più della sufficienza da tutti i reparti. In gol vanno PetoPetagna (preferito a J.Pedro che era indisponibili x regolamento interno) e Savic. Ma con qualche ammonizione ed il gol subito da Strakosha arriviamo al lunedì con un punteggio di 71,5, mentre gli avversari sono fermi al 69,5.  Giocano, rispettivamente, DioIbra e Romagnoli. Ma accade l’impensabile. Zlatan (6) non riesce a prendere nemmeno 6,5 e così per un verso rimaniamo a 71,5 e per l’altro i Calumet fanno punto capitano con Acerbi (7). Poi Romagnoli prende 7 con un punto difesa. Insomma da 69,5 Calumet fanno tre punti e….ops….abbiamo addirittura perso.

La squadra c’è cmq e la classifica è corta. Sin ora hanno segnato 4 attaccanti, 2 centrocampisti ed un difensore. Attendiamo che J.Pedro dia un contributo più consono al suo valore.

Giampiero

Kaiser – Brave 1-2

Non sembrerebbe un’annata propizia.

Alcune scelte non sembrerebbero avere pagato. Puntare sui giocatori della Roma, insistere con Sensi e Leao (lasciando andare via il più caro Rebic, che segna il beffardo gol dell’ex).

Lautaro in panne (due giornate fuori per squalifica ed al rientro prestazione no).

Però noi aspettiamo ancora. Crediamo nelle scelte fatte, pensiamo di avere migliorato la rosa dello scorso campionato. Aspettiamo che tutto quello che sembra attualmente negativo si trasformi in positivo.

 

Kaiser

Riscatto Rebic

3.54 Kaiser vs Brave: 1-2

Vittoria esterna in casa Kaiser, che fa morale. Sin dall’inizio fuori Mancini ed esordio onesto per Lucioni al suo posto. Mancosu stavolta parte tra i titolari e ripaga la fiducia con un altro gol ed un assist. Benino il centrocampo non benissimo l’attacco. Boga stecca,  Ilicic fa il compitino, Belotti ormai l’ombra di se stesso resta in panca. Ci pensa l’ex Rebic nel suo ex stadio davanti agli ex supporters a chiudere il discorso.

Best player: Mancosu 7,5 +3 +1

Worst player: Ramirez 5 -0,5

BRAVE

nella vita per vincere ci vuole ciorta

il personaggio in foto oltre alla grande prestazione ci offre lo spunto per andare a richiedere una benedizione. stavolta si arriva a 77.5 e per un soffio si perdono altri due punti.

mind the gap

CALUMET CITY 54.03

Calumet City – Virus GiampT 2 – 1 (72,5-71,5)
Milinkovic-Savic 1, Petagna 1

Se la settimana scorsa abbiamo commentato un inaspettato pareggio, questa settimana commentiamo una inaspettata, quanto surreale vittoria. Faccio i conti svogliatamente perché i buoni Virus facevano due gol e noi ce ne mangiavamo tre in panchina, tra cui il doppettone di Vlahovic reso vano dall’entrata di Politano, ed invece … ed invece buoni voti, fattore casalingo, una grande difesa guidata dal capitano Acerbi portano a casa quel 72,5 quanto basta a darci il bottino pieno, indulgo sul 71,5 del mio avversario.

MASSIMO

CALUMET CITY 54.02

Mind The Gap – Calumet City 1 – 1 (71-69)
Zapata D 1 , De Vrij 1 , Chiesa 1 , Milik 1

Inaspettato pareggio sul campo dei Mind. Scioriniamo la solita prestazione sufficiente, salutiamo con gioia il ritorno al gol di Zapatone e la buona vena dei centrocampisti. Male Ospina, maluccio gli altri attaccanti. L’onorevole fa e disfa, tre gol e pessimi voti ed il pareggio è servito. Prendiamoci questo punticino che smuove la classifica e vediamo che succede.

Massimo

un pareggio che sa di sconfitta

nel derby del “sacro potere” finisce in pareggio che ha  il sapore  dei 2 punti persi.  i voti bassi  in attacco  e del gigante nero che non c’è più, determinano il risultato.

mind the gap